FANDOM

2,054,160 Pages

StarIconGreen
LangIcon
Jakob Apfelböck O Il Giglio Dei Campi

This song is by Milva and appears on the album Milva Canta Un Nuovo Brecht (1996).

In mite luce, Jakob Apfelböck,
sua padre e sua madre ammazzò
e li rinchiuse entrambi nel comò
e in casa, lui, solo, solo, restò.

Le nubi sotto il cielo corron via,
è mite il vento intorno a casa sua.
Dentro la casa Jakob se ne sta,
era un bambino sette giorni fa.

E la lattaia porta il latte ancor,
che dolce, grasso e fresco, scende giù.
Quel che non beve lui lo butta via,
che Jakob molto ormai non beve più.

Quando dei morti il tanfo dilagò,
Apfelböck pianse e si ammalò.
E, tra le lacrime, Jakob, sloggiò
E a dormire sul balcone andò.

Il giornalaio che viene tutti i dì,
disse: “che odore, che una puzza qui!”.
In mite luce Jakob Apfelböck disse:
“è la biancheria nel comò”.

E la lattaia che viene tutti i dì,
disse: “cos’è, puzza di morto qui?”.
In mite luce Jakob Apfelböck disse:
“è il vitello guasto nel comò”.

E quando un dì sbirciarono nel comò,
in mite luce stava Apfelböck.
Quando gli chiesero: “dicci perché”,
Jakob rispose: “Proprio non lo so”.

Ma alla lattaia un dubbio resterà,
se il bambino, prima o poi chissà,
se Jakob Apfelböck a trovare andrà,
al cimitero, mamma e papà.

Credits

Music by:

Lyrics by:

Bertolt Brecht Wikipedia16, Transcription By Helena Janeczek Wikipedia16

External links

Community content is available under Copyright unless otherwise noted.