FANDOM

2,054,148 Pages

StarIconGreen
LangIcon
Le Vie Del Folk

This song is by Folkabbestia and appears on the album Se La Rosa Non Si Chiamerebbe Rosa, Rita Sarebbe Il Suo Nome (2000) and on the live album Pèrche (2005).

Ci lasceremo la pioggia alle spalle
La pioggia di un posto qualunque del nord
E scenderemo all'inferno
Nel cuore profondo del sud

Io sono il figlio viaggiatore
Nato da un padre che guidava i treni
E so che un ritorno è sempre
Una strada da ritrovare

La bancarella di cianfrusaglie da dove
Raccogliere un souvenir
Pegno d'amore alle nostre
Moltissime promesse spose

Senza le quali non si sa fare
Ma questa sera c'è da partire
Per ritrovare, per inseguire
La via del folk

Sono dolcissime, sono infinite
Le vie del folk
Sono santissime e maledette
Le vie del folk

Sono il battere ed il levare
La ninna nanna che fa sognare
Senza cuscini e tra le coperte
Vecchie canzoni
Senza lenzuola, ma nella testa
Nuove canzoni

E stanno scritte su certe cartine
Con dentro pochissima geografia
Che incendieremo per un tiro di fantasia
Mischiando i sonagli del sud d'Italia
Alle fisarmoniche d'Albania
Le cornamuse con le pizziche
Della Grecia

Sono dolcissime, sono infinite
Le vie del folk
Sono santissime e maledette
Le vie del folk

Sono un binario che perde il treno
La carovana per nessun dove
Viaggi leggero, ma nelle tasche
Vecchie canzoni
Senza valige, ma nella testa
Nuove canzoni

Sono santissime e maledette
Le vie del folk

External links

Community content is available under Copyright unless otherwise noted.